reversal_locandina_recensione

Reversal. La fuga è solo l’inizio – J.M. Cravioto, 2015

Non sapremo mai sul serio se questo Reversal – La fuga è solo l’inizio, girato in poche settimane, avesse davvero l’intenzione di sacrificare senza troppi rimorsi una storia – in potenza avvincente – su un altare di sangue e svolte narrative improbabili o, nel migliore dei casi, poco convincenti. Riconosciamo però che almeno un paio di momenti valgono il prezzo del biglietto, per chi lo pagherà: la sequenza iniziale e quella finale. Non più di 15 minuti a fronte di una pellicola di 80, che comunque ha poco a che vedere con David Fincher – al quale il regista dice di essere stato paragonato. Continua a leggere “Reversal. La fuga è solo l’inizio – J.M. Cravioto, 2015”

marrakech_express_diego_abatantuono_gabriele_salvatores

400 colpi / 400 blows # 64 – Marrakech Express (Gabriele Salvatores, 1989)

Quattro amici vanno a Marrakech per farne uscire un quinto di prigione: tutto sembra pronto. Una donna li guida e chiede loro trenta milioni come cauzione. Non si vedono da dieci anni ma un viaggio sgangherato aggiusta tanti screzi. C’è qualcosa che non li convince tutti, però… Tra i film più scanzonati e divertenti di Salvatores, spicca il nome del Premio Solinas come garante della … Continua a leggere 400 colpi / 400 blows # 64 – Marrakech Express (Gabriele Salvatores, 1989)

Vota:

400 colpi #58 – ’71 (Yann Demange, 2014)

Prima che i musulmani diventassero il trending topics della cronaca nera, c’erano i cristiani. In Irlanda cattolici e protestanti se le davano di santa ragione anche solo per sport. Soldati, Brits, gruppi autonomi, lotte intestine: ’71 racconta i guai che passa un soldato, perso di vista dai suoi commilitoni e rimasto vivo per miracolo. Quante ombre nell’esercito che dovrebbe rassicurare la gente comune. ‘71, in … Continua a leggere 400 colpi #58 – ’71 (Yann Demange, 2014)

Vota:

400 colpi #56 – Training Day (David Ayer, 2001)

David Ayer, sceneggiatore di Training Day, regista di Fury ed End of Watch, per esempio, si trova a suo agio a raccontarci il cameratismo che nasce e cresce tra soldati, siano essi poliziotti, narc o esercito. Stavolta Denzel Washington deve educare Ethan Hawke a essere un narc che piscia sempre fuori dal vaso. Che succede, però, se lui impara a farla così lontano da schizzargli … Continua a leggere 400 colpi #56 – Training Day (David Ayer, 2001)

Vota: