la-madre-jessica-chastain

400 blows #107 – Mama (Andrés Muschietti, 2013)

Una casa maledetta, un manicomio, una maternità travagliata, due sorelle, un’attrice figa, il nome-garanzia (Guillermo Del Toro presenta), una locandina vedo-non vedo. Che altro si può aggiungere per introdurre un horror che sì, t’inquieta un po’, gestisce la suspense meglio di altri (non solo lo spavento improvviso), che non usa le tette come espediente, ma che nonostante la buona volontà non spacca? A haunted house, … Continua a leggere 400 blows #107 – Mama (Andrés Muschietti, 2013)

Vota:

baskin-film-recensione

400 blows #105 – Baskin (Can Evrenol, 2015)

Nutriamo subito il sospetto che quella carne nasconda un mistero, ma il momento in cui lo scopriremo sembra non arrivare mai – l’essenza di un buon horror. Peccato che, fotografia realistica e accurata e montaggio a parte, l’immaginario visivo e uditivo della storia non sia così originale. Baskin, comunque, è un buon modo per trascorrere un’ora e mezzo con qualche incubo non troppo hardcore, poi. … Continua a leggere 400 blows #105 – Baskin (Can Evrenol, 2015)

Vota:

400 colpi #38 – Twixt (Francis Ford Coppola, 2011)

Non è il solito film sui vampiri in cui uno scrittore si rifugia in un motel, all’orecchio la moglie che si lamenta per telefono e alla bocca la bottiglia di un liquore scadente irlandese. Anche se il protagonista è lo Stephen King de noantri e fa tutto quello di cui sopra. È una creatura integralmente di Coppola, non così perfetta ma intrigante. E poi c’è … Continua a leggere 400 colpi #38 – Twixt (Francis Ford Coppola, 2011)

Vota:

Freaks – Tod Browning, 1932

Dimentichiamo per un attimo – o per molto più tempo, se preferite – che Freaks! è anche il titolo di una serie web italiana, molto seguita e dibattuta tanto da meritarsi una lezione integralmente dedicata all’università IULM di Milano. Freaks, e non c’è solo un punto esclamativo di differenza, è un piccolo capolavoro di Tod Browning uscito nel 1932, uno di quei cult movie che … Continua a leggere Freaks – Tod Browning, 1932

Vota: