Straziami ma di baci saziami – Dino Risi, 1968

Un altro film a prima vista più lontano dal genere della commedia all’italiana è Straziami ma di baci saziami (Dino Risi, autore anche del soggetto, 1968): è la storia d’amore un po’ surreale tra il garzone di un barbiere, Marino, e la figlia di uno scultore di lapidi, Marisa. Amore contrastato dalla famiglia della ragazza e da mille circostanze avverse, piene di spunti comici. L’elemento … Continua a leggere Straziami ma di baci saziami – Dino Risi, 1968

Vota:

La gente che sta bene – Francesco Patierno, 2014

Peccato che un titolo così anonimo, anche se in parte congruo con l’andamento del film, non attiri l’attenzione che una storia come questa merita, considerato lo stato di salute generale della commedia italiana. Peccato anche per la locandina “cinepanettonica” che contraddice lo spirito del film. La gente che sta bene, infatti, rappresenta seriamente e ironicamente dei personaggi alla ricerca della propria via al successo, ognuno … Continua a leggere La gente che sta bene – Francesco Patierno, 2014

Vota:

La bottega dei suicidi – Patrice Leconte, 2012

Mishima e Lucrece Tuvache gestiscono una bottega, l’unica che in piena crisi continua a fare affari: la bottega dei suicidi. Vendono ogni genere di gingillo che un aspirante suicida, appunto, vorrebbe avere a portata di mano. Cappi, veleni, katane, pistole, ognuno per soddisfare le richieste dei futuri cadaveri. Il loro motto è “trapassati o rimborsati”, motivo per il quale i loro due figli Marilyn e … Continua a leggere La bottega dei suicidi – Patrice Leconte, 2012

Vota: