lettere-da-uno-sconosciuto-recensione

400 blows #95 – Coming Home (Zhang Yimou, 2014)

Lettere da uno sconosciuto, l’amore di una vita che è diventato estraneo dopo anni e anni di lontananza. Come si può essere di nuovo riconosciuti e di nuovo amati, dopo che la propria famiglia ha perso qualsiasi identità? Come in tutte le storie che Zhang Yimou racconta o adatta per il cinema, anche Lettere da uno sconosciuto rende il pubblico un affare privato: doloroso, (ir)reversibile, … Continua a leggere 400 blows #95 – Coming Home (Zhang Yimou, 2014)

Vota:

kung_fu_panda_3_locandina_recensione

Kung Fu Panda 3 – Jennifer Yuh, Alessandro Carloni, 2016 – Recensione

Conosci te stesso, motto che unisce saggezza orientale e occidentale, attraversa la trilogia di Kung Fu Panda e permette ancora una volta a Po (Jack Black/Fabio Volo) di esprimere il suo talento e fargli trovare delle risorse di cui lui stesso è sempre il primo a dubitare. Continua a leggere Kung Fu Panda 3 – Jennifer Yuh, Alessandro Carloni, 2016 – Recensione

Vota:

fist_of_legend_poster_recensione_locandina

400 colpi #77: Fist of Legend (Gordon Chan, 1994)

Remake del celebre Fist of Fury (Dalla Cina con furore, inascoltabile) e anche meglio del primo, Fist of Legend si posa su basi molto comune ai film di arti marziali: voglia di rivalsa della Cina oppressa sul Giappone invasore, incarnata da un giovane allievo (Jet Li) che vendica il suo maestro, la sua scuola, il suo orgoglio. Girato meglio, montato meglio, coreografato meglio (non ce … Continua a leggere 400 colpi #77: Fist of Legend (Gordon Chan, 1994)

Vota:

the_blade_1995_poster

400 colpi # 75 – The Blade (Tsui Hark, 1995)

La più classica delle storie di vendetta messa in mano a Tsui Hark, bravo e duttile artigiano cinese (regista, sceneggiatore, montatore…) e acquisisce una vincente personalità a metà tra lo splatter discreto e l’epico-malinconico, come il carattere del suo protagonista. Da una sua mancanza – un braccio in meno e una sceneggiatura prevedibile – deriva la sua forza: possiamo chiamarla un “blade-montage”. One of the … Continua a leggere 400 colpi # 75 – The Blade (Tsui Hark, 1995)

Vota:

400 blows #71 – Once upon a time in China (Tsui Hark, 1991)

Non è Sergio Leone, non c’è Robert De Niro. Ma come definire Jet Li se non il De Niro dei film di arti marziali? Nel fiore dei suoi anni recita nel primo capitolo di una bella trilogia che racconta come la Cina, rappresentata da tanti maestri di arti marziali e dai loro discepoli, abbia saputo resistere alle invasioni dei popoli che di volta in volta … Continua a leggere 400 blows #71 – Once upon a time in China (Tsui Hark, 1991)

Vota: