crimson-peak-film-recensione

Crimson Peak – Guillermo Del Toro, 2015

I fantasmi sono reali. Così comincia Crimson Peak, che grazie alla presenza dell’attrice protagonista Mia Wasikowska possiamo definire un ibrido curioso e imperfetto di Alice nel paese delle meraviglie e Stoker – confesso che ho preferito Stoker. Il fantastico del primo convive con le atmosfere cupe e morbose del secondo, in una storia troppo melensa per essere un buon horror e poco originale e coinvolgente per essere una fiaba. Intendiamoci: raramente ciò che si chiede a una fiaba è di essere originale. Scava scava, per quanto siano numerose le regole alla base delle fiabe, se ci mettiamo d’impegno possiamo immaginarne o addirittura prevederne con un po’ di precisione  la struttura, i caratteri dei personaggi… il finale.

È strano che indovinare come va a finire una storia provochi piacere da una parte e frustrazione dall’altra: un film lo guardo perché voglio bearmi delle mie intuizioni felici o perché voglio lasciare al racconto il compito di stupirmi? Speravo che guardando Crimson Peak prevalesse il secondo sentimento: invece ho macchiato il ricordo di un guilty pleasure (Stoker, appunto) e mi sono ritrovato a lottare per rimanere sveglio. Per rispetto del film stesso, per orgoglio, perché non mi piace interrompere una storia che non è davvero pessima e perché non avrei potuto scriverne una sola riga, senza sapere esattamente di cosa stessi parlando.

Riassumerne la trama è un dovere di cronaca, quindi lo farò: la madre di Edith (Mia Wasikowska), morta quando la bambina aveva una decina d’anni o poco meno, le appare come fantasma nero, scheletrico, mettendola in guardia dall’avvicinarsi a Crimson Peak. Lo spettro si ripresenta anni dopo, quando Edith incontra Sir Thomas Sharpe (Tom Hiddlestone). Da quel momento, la vita di Edith “prende una brutta piega”, per restare in tema di luoghi troppo comuni: sangue tra le lenzuola, incesti e pozzi poco profondi, l’autodistruzione è a un passo. La fine di questa recensione, anche.

3 pensieri su “Crimson Peak – Guillermo Del Toro, 2015

  1. Il film lo ho visto e mi è anche piaciuto. Tuttavia, un po’ come anche te, ho preferito Stoker, di Crimson Peak ho gradito soprattutto il confezionamento e la prima ora di film…

    Mi piace

Commenti? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...