children-of-hiroshima-recensione

400 colpi / 400 blows #62 – Children of Hiroshima (Kaneto Shindo, 1952)

Children of Hiroshima: una maestra torna nella sua città natale e spera di trovare anora i propri ex alunni. Tutti interi, possibilmente, non un braccio qui e una ciocca di capelli là. E sperare di dare a qualcuno di loro un futuro migliore, strappandolo alle macerie della sua famiglia. Kaneto Shindo, forse peccando un po’ di lirismo, riesce comunque a sottintendere: fuck America!

Children of Hirosima: a teacher comes back to her hometown hoping to find some of her former students there. With all four limbs, possibly. She really wants to give them a better future and take them away from what’s left of their families. Even if he comes off a bit too sentimental, Kaneto Shindo manages to convey his message: fuck America!

Children of Hiroshima, in 400 colpi / Children of Hiroshima, in 400 blows

Commenti? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...