400 colpi #59 – Red Army (Gabe Polsky, 2014)

L’Unione Sovietica ha certo dato vita a uno tra i più esplicitamente coercitivi totalitarismi, nonché uno tra i più longevi. Un ambiente così regolato, sterile, può però comunque generare qualcosa di buono, anzi: di irripetibile. Come la squadra di hockey dell’Armata Rossa, che a cavallo tra gli ’80 e i ’90 ha falciato e martellato qualsiasi avversario. Intenso, straziante: guardate Red Army!

 Red Army, in 400 colpi

Commenti? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...