400 colpi #43 – The Warriors – I guerrieri della notte (Walter Hill, 1979)

I guerrieri della notte è un film su come funziona una gang, un gruppo di gang, su cosa può diventare la notte di una metropoli. Sui rapporti di potere, sull’orgoglio. È giustamente un cult: girato (montato) in real time, regala 90 minuti di adrenalina, botte, slang, ralenti, musica so 80’s e un ritmo incredibilmente vario, nonostante succeda (apparentemente) solo una cosa: pugni, calci e correre. … Continua a leggere 400 colpi #43 – The Warriors – I guerrieri della notte (Walter Hill, 1979)

Vota:

400 colpi #42 – Il cammino della speranza (Pietro Germi, 1950)

Il cammino della speranza, dove “speranza” sta per “disperazione”. Pietro Germi racconta con la morte nel cuore una storia curiosamente attuale: gente che emigra per riuscire a lavorare, mangiare, sopravvivere, e viene fregata e discriminata. “Ci rubate il lavoro”, “tornate a casa”. Non ancora ironico e satirico come in Sedotta e abbandonata ma altrettanto pungente, Germi sa come si fa cinema. Il cammino della speranza, … Continua a leggere 400 colpi #42 – Il cammino della speranza (Pietro Germi, 1950)

Vota:

400 colpi # 41 – The Drop – Chi è senza colpa (Michaël R. Roskam, 2014)

Chi è senza colpa? The Drop, titolo icastico tanto in italiano quanto in lingua originale, ha una risposta altrettanto netta quanto sfumati sono i confini morali dei suoi personaggi. Nessuno. Chi evidentemente non lo è, chi non lo sembra dal primo sguardo, e chi invece diresti lo sarebbe stato fino all’ultimo. Perchè non sempre la colpa ti cade addosso e non riesci a scansarti. Spesso … Continua a leggere 400 colpi # 41 – The Drop – Chi è senza colpa (Michaël R. Roskam, 2014)

Vota:

400 colpi #40 – Frank (Lenny Abrahamson, 2014)

Frankly, I do give it a damn. Questa è la filosofia di Frank, cantante mascherato di un indecifrabile gruppo indie, ma indipendente davvero. Di quelli che si chiudono in una casa sperduta a registrare, non riescono a suonare e poi si ritrovano in un bar, indecisi se ridere o piangere. Ma qual è la priorità per cui give it a damn? E come va interpretata … Continua a leggere 400 colpi #40 – Frank (Lenny Abrahamson, 2014)

Vota:

400 colpi di tastiera # 39 – Pride (Matthew Warchus, 2014)

Un titolo fin troppo evocativo, a posteriori. La locandina, però, inganna un po’: cominci a vederlo incuriosito, continui affascinato, eccitato, finisci gasato. Succede che i minatori scioperano per un sacco di settimane e un gruppo di gay e lesbiche istituisce il LGSM (Lesbians and gay support the miners), per condividere le sofferenze di una minoranza impotente. E succede che vincono. Pride, in 400 colpi. Continua a leggere 400 colpi di tastiera # 39 – Pride (Matthew Warchus, 2014)

Vota: