400 colpi (di tastiera) # 25 – Restless (L’amore che resta, Gus Van Sant, 2011)

l'amore-che-resta-gus-van-santNon toccherà le vette dello humor funereo e irresistibile di Harold e Maude, ma #Restless (L’amore che resta) gestisce con sapienza una storia potenzialmente molto scivolosa. Se qualcuno morirà di cancro tra 3 mesi, infatti, un film mediocre sarebbe tentato di sbrodolarsi in tragedie reali ma inverosimili, mandare tutto in vacca con melensaggini irritanti o buttarla indelicatamente in caciara. No.

L’amore che resta, in 400 colpi (di tastiera)

Commenti? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...