big_hero_6_film_locandina

Big Hero 6 – Don Hall & Chris Williams, 2014

Ufficialmente non è un film Pixar (lo ha prodotto la Walt Disney Animation Studios) ma il nome del produttore esecutivo John Lasseter, anello di congiunzione tra i due studi indipendenti ma legati dal brand Disney, rassicura in anticipo su ciò che sarà Big Hero 6. La storia recente, infatti, c’insegna che i suoi predecessori non hanno fatto cilecca nemmeno una volta, che fossero Pixar o Disney. Certo, bisogna comunque prenderli per quello che sono: cartoni animati, rivolti a un pubblico molto giovane, ma che hanno una marcia in più per essere fruibili a più livelli. Basti pensare a Wall-E (Pixar) o Ralph Spaccatutto (Walt Disney Animation Studios), dedicati ai bambini ma godibili anche da un cinefilo che può scorgervi i più disparati riferimenti (il primo) o da un ragazzone cresciuto a pane e videogiochi dalla metà degli anni ’70 in poi (il secondo). La particolarità di Big Hero 6 consiste nel mescolare abilmente un pizzico di cultura pop giapponese e l’immaginario nerd americano per creare un personaggio principale geniale e un po’ tormentato che, con l’aiuto di chi lo ha visto crescere, riesce a dare vita ai suoi sogni. Quello che tutti i piccoli spettatori lì a guardarlo e immedesimarsi in lui vorrebbero fare. Continua a leggere “Big Hero 6 – Don Hall & Chris Williams, 2014”

400 colpi (di tastiera) # 14 – The Knick (Steven Soderbergh) – 7 & 8

La parabola di un uomo brillante che la cocaina ha trasformato in un relitto e umiliato di fronte ai suoi colleghi, ai suoi allievi. La proposta di chiudere il Knick, la decisione di abortire un figlio mezzosangue e condannarsi a un matrimonio infelice. La gelosia che, per un attimo, sovrasta il giuramento d’Ippocrate. Cliffhangers molto pesanti da sopportare, fino alla nuova stagione di The Knick. … Continua a leggere 400 colpi (di tastiera) # 14 – The Knick (Steven Soderbergh) – 7 & 8

Vota:

The Knick #7 – #8

the-knick-astinenza-thackery
No, non è un attacco di colite.

L’ultimo episodio di The Knick ci aveva lasciati con un dubbio: sarà sincera la stima che Thackery sembra aver finalmente esplicitato verso Edwards, dopo aver scoperto il suo regno sotterraneo e il suo aspiratore? La settima puntata sembra rispondere che sì, Thack vuole davvero considerare Edwards un suo pari. Non ne abbiamo la certezza, visto il razzismo – forse sarebbe meglio parlare di opportunismo o conformismo – che ha spesso mostrato, ma possiamo dedurlo da quello che i due riescono a combinare. Continua a leggere “The Knick #7 – #8”