400 colpi (di tastiera) # 8 – Operazione sottoveste (Blake Edwards), 1959

Grazie alla destrezza di un ufficiale totalmente estraneo alla vita militare ma furbo e abilissimo ladro (Tony Curtis), il comandante Sherman (Cary Grant) riesce a rimettere in sesto un sommergibile spacciato. Gradevole screwball comedy, tipicamente hollywoodiana, sebbene il ruolo femminile sia inizialmente interpretato da un uomo. Battute a buon ritmo, comicità non volgare, guerra sdrammatizzata. Operazione sottoveste, in 400 colpi (di tastiera) Continua a leggere 400 colpi (di tastiera) # 8 – Operazione sottoveste (Blake Edwards), 1959

Vota:

true-detective-7-8

True Detective #7 – #8

Tu non sei nessuno senza di me, aveva detto Rust a Marty nella sesta puntata. Ma ora devono chiudere un conto in sospeso, continua Rust, senza che il collega voglia dargli retta. E ammettere il debito che l’ex investigatore ubriaco perenne gli contesta. Senza che ci spieghino cosa l’uno deve all’altro, i due si rimettono al lavoro sul caso irrisolto che li ha tenuti evidentemente … Continua a leggere True Detective #7 – #8

Vota:

Diaz – Don’t clean up this blood – Daniele Vicari, 2012

Per chi se lo fosse perso, riproponiamo la recensione di DIAZ, in onda ieri sera su Rai3. Il sangue non è stato lavato via ma è sbiadito poco alla volta e non ne rimangono che aloni dimenticati, come i responsabili di quel massacro: ancora tanti, forse destinati alla prescrizione o alla totale assenza di condanna [al momento della prima stesura della recensione, maggio 2012]. Se … Continua a leggere Diaz – Don’t clean up this blood – Daniele Vicari, 2012

Vota:

400 colpi (di tastiera) # 7 – India Song (Marguerite Duras), 1975

Raffinato rapporto tra parola e immagine, inusuale – non nel cinema francese – modo di raccontare una storia senza che i personaggi agiscano sullo schermo, senza che muovano le labbra o anche solo un sopracciglio. Ma è davvero giusto e necessario sottoporci a questo supplizio, senza darci una gratificazione, una tregua, che non sia la colonna musicale o la prima, bellissima, sequenza del tramonto? India … Continua a leggere 400 colpi (di tastiera) # 7 – India Song (Marguerite Duras), 1975

Vota:

400 colpi (di tastiera) # 6 – Rusty il selvaggio (Francis Ford Coppola), 1983

Rusty James, maschio amaro di Tulsa. Oklahoma. È il fratello minore del Motorcycle Boy, il pifferaio magico. Ha un complesso d’inferiorità ma gli vuole bene, è quello più fragile, è quello che ha una ragazza ma che uno della sua compagnia gliela frega, è quello con un padre alcolista e con una madre che, boh? È il rumble fish che picchia senza un perché. Ma … Continua a leggere 400 colpi (di tastiera) # 6 – Rusty il selvaggio (Francis Ford Coppola), 1983

Vota: