Dramma della gelosia. Tutti i particolari in cronaca – Ettore Scola, 1970

dramma-della-gelosia-locandinaLa collaborazione tra Ettore Scola e il duo Age-Scarpelli prosegue in Dramma della gelosia – Tutti i particolari in cronaca, (1970, sceneggiato con lo stesso regista). Sin dalle prime immagini emerge la vocazione di Scola, più politica rispetto a quella di altri re­gisti della Commedia all’italiana: la presenza di vessilli comunisti, della cornice dalla festa dell’Unità. Dal momento in cui si entra nel vivo della vicenda, poi, i livelli narrativi si mescolano sempre con maestria e consapevolezza: emerge un certo distacco metalinguistico dal fatto che gli eventi sono raccontati in flashback nel momento stesso in cui avvengono, e che più versioni dei fatti si sovrappongono colorendo la vicenda. Succede, per esempio, con le domande dei poliziotti e la confessione di Oreste che aprono la storia, presenti nella stessa scena e raccontate direttamente guardando o parlando in macchina.

La vicenda tragicomica e melodrammatica riguarda un triangolo amoroso, quello appunto tra Oreste (Marcello Mastroianni), Nello (Giancarlo Giannini) e Adelaide (Monica Vitti). Amori sinceri, tradimenti e reazioni violente si al­ternano fino al punto in cui un equilibrio pare ritrovato: una coppia felice, che per forza di cose deve escludere – con rammarico da parte di entrambi – il terzo elemento, Oreste. La storia potrebbe chiudersi con tranquillità: Oreste è tornato al punto di partenza, ma ha almeno vissuto un intermezzo felice nella sua vita. Invece c’è la tragedia, perché lui non sopporta di vedere ancora, que­sta volta da sposati, il migliore amico e il suo vecchio e unico vero amore. Ed è nel momento dell’omicidio che il principio e la fine si ricongiungono e si evince l’andamento circolare della vicenda, cui si affianca un’appendice che mostra la disperazione del povero Oreste.

Scola non manca mai di inserire nei suoi film la sua ideologia politica o di criticare i vari livelli di governo, dal locale al nazionale: lo fa anche con Dramma della gelosia, in cui prova a unire l’amore per la bandiera e l’amore per una donna. «Una sofferenza d’amore può in qualche modo essere collegata alla lotta di classe?» chiede infatti Oreste senza però avere una risposta, mentre cerca di riprendersi dalla sua delusione. Delusione che è anche di Scola ma è rivolta al suo stesso Partito comunista in cui non si riconosce più; delusione che parte sempre dalle battute dei suoi personaggi. «Non credevo che voi to­scani foste così compatti» dice infatti Oreste a Nello dopo una manifestazione, e Nello gli risponde invece «E io non credevo che tra i vecchi militanti ci fosse ancora qualcuno disposto a farsi randellare».

Un pensiero su “Dramma della gelosia. Tutti i particolari in cronaca – Ettore Scola, 1970

Commenti? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...