Looper – Rian Johnson, 2012

2044, presente. Il viaggio nel tempo non è ancora stato inventato, ma nel futuro esiste già ed è un reato molto grave. I criminali del futuro, quindi, sono spediti indietro nel tempo per essere eliminati senza lasciare alcuna traccia. I killer professionisti pagati per farlo sono i looper e Joe è uno di loro. La sua è una vita tranquilla, se si attiene al suo … Continua a leggere Looper – Rian Johnson, 2012

Vota:

Flight – Robert Zemeckis, 2012

Sono ben 139 minuti, ma nei primi 20 si suda più che nel resto di tutto il film. Perchè? Flight, in sintesi, è la storia di un pilota di linea alcolizzato che riesce miracolosamente, grazie alla sua esperienza, al suo sangue freddo, alla sua incoscienza e probabilmente a un bel po’ di fortuna, a limitare i danni di un atterraggio spericolato. Sei morti su un … Continua a leggere Flight – Robert Zemeckis, 2012

Vota:

Pazze di me – Fausto Brizzi, 2012

Pazze di me è un film ‘carino’ ma con il sopracciglio alzato, a voler essere comunque cortesi verso il prodotto del lavoro di qualcun altro. Carino perché si riesce anche a sorridere, perché vissero tutti felici e contenti, perché ogni tanto è bello rivedere Gioele Dix e Loretta Goggi; col sopracciglio alzato perché anche la parola stereotipo potrebbe diventare lo stereotipo di questo film e … Continua a leggere Pazze di me – Fausto Brizzi, 2012

Vota:

Quartet – Dustin Hoffman, 2013

Beecham House è una residenza per musicisti e cantanti lirici in pensione, proprio come la Casa di riposo per musicisti che Giuseppe Verdi istituì a Milano nel 1896. Le leggende del teatro lirico inglese sono radunate tutte lì, in attesa dell’avvenimento dell’anno: commemorare la nascita del compositore italiano con una serata di gala, in cui tutti si esibiranno nei pezzi forti dei propri repertori. Quello … Continua a leggere Quartet – Dustin Hoffman, 2013

Vota:

Re della terra selvaggia – Benh Zeitlin, 2012

Avamposto di una natura selvaggia in decomposizione, La Grande Vasca è un agglomerato di persone che vivono in dimore di fortuna ma che rivendicano il diritto di rimanerci, non curandosi della civilizzazione che, prima o poi, li fagociterà. Anche le intenzioni umanitarie, però, sono talvolta arroganti: ognuno ha diritto di essere un re (beasts) nella propria terra selvaggia. Hushpuppy, piccola protagonista e voce narrante della … Continua a leggere Re della terra selvaggia – Benh Zeitlin, 2012

Vota: