infinity-film-festival-recensioni

Infinity Film Festival – Commenti semiseri su sette corti a caso

Si tratta di idee che in genere sarebbe molto difficile sviluppare in un lungometraggio: il confine dell’incredulità è spostato sempre più in avanti, le premesse sono apparentemente improbabili ma giustificabili dalla breve durata della storia. Manca un po’ di ritmo, spesso i racconti soffrono di momenti morti. Perdoniamo. Leggi tutto Infinity Film Festival – Commenti semiseri su sette corti a caso

l'effetto_acquatico_recensione

L’effetto acquatico, recensione – Sólveig Anspach, Jean-Luc Gaget, 2016

Potremmo forse interpretare L’effetto acquatico come quel divertente spot che ha provato a convincere i danesi a procreare di più. Oppure potremo semplicemente guardarlo, ridere e tornare a casa più di buon umore. Leggi tutto L’effetto acquatico, recensione – Sólveig Anspach, Jean-Luc Gaget, 2016

escobar-paradise-lost-recensione

Escobar. Paradise lost – Andrea Di Stefano, 2014

Di chi è la colpa se quel paradiso di surfisti yankee, che Andrea di Stefano ci racconta nella prima mezz’ora del film, è diventato perduto? Di tutti i complici, in generale, ma in particolare di chi ha acceso la miccia: Pablo Escobar, re Mida capace di trasformare una foglia di coca in milioni di dollari, consenso popolare volontario, consenso politico forzato ma soprattutto sangue. Parecchio. … Leggi tutto Escobar. Paradise lost – Andrea Di Stefano, 2014

lights-out-terrore-nel-buio-recensione.jpg

Lights Out. Terrore nel buio, recensione – David F. Sandberg, 2016

Lights Out è figlio dell’omonimo cortometraggio dello stesso David Sandberg. È un’ottima idea per un corto, sebbene quel paio di minuti giochi in modo tutt’altro che originale – ma a tratti efficace – su quei meccanismi dello spavento, più che della paura vera e propria: luce accesa, tutto bene; luce spenta, ombre fuori luogo, e più accendi e spegni l’interruttore più quell’ombra viene verso di … Leggi tutto Lights Out. Terrore nel buio, recensione – David F. Sandberg, 2016

the-zero-theorem-recensione

The Zero Theorem, recensione – Terry Gilliam, 2013

Il senso della storia raccontata in The Zero Theorem è tutto in una battuta che il “Management” (Matt Damon) rifila sprezzante al protagoista Qoen Leth (Christoph Waltz): gli rimprovera infatti di aver vissuto un presente insignificante in attesa di un futuro improbabile, di una fantomatica chiamata che più Qoen aspetta più invecchia dentro e più si aliena dal mondo. Il risultato di questa frustrazione? Abdicare … Leggi tutto The Zero Theorem, recensione – Terry Gilliam, 2013